RICERCA/Sla: dieta ipocalorica migliora sopravvivenza

Aumentare il numero di calorie consumate dai pazienti con sclerosi laterale amiotrofica (Sla) sembra essere un modo relativamente semplice di aumentare la loro sopravvivenza. È quanto suggerisce un trial clinico di fase II condotto dal Massachusetts General Hospital su 24 pazienti, i cui risultati appaiono su ‘The Lancet’. I medici statunitensi hanno rilevato che i pazienti con Sla che seguono una dieta ad alto contenuto calorico, ricca di carboidrati e somministrata attraverso alimentazione artificiale, vivono più a lungo e hanno meno eventi avversi rispetto ai malati che si alimentano con una dieta standard. Le piccole dimensioni dello studio indicano che i risultati devono essere interpretati con cautela, ma gli autori sono ottimisti sul fatto che il miglioramento della nutrizione potrebbe fare una differenza significativa per i pazienti con Sla.