Agosto 2012

Come passa il tempo. Siamo già nell’ottavo mese dell’anno ed è proprio in questo mese che ho la sensazione di quanto sia micidiale questa malattia.
Tutti i miei amici o quasi, sono partiti.
Alcuni al mare, altri in montagna. E io?
A far di nuovo compagnia al mio letto. Ormai è da qualche anno che è così!
Il pensiero c’è ma almeno mentalmente, abituato, non mi disturba più. Ma non posso non pensarci.
Anche quest’anno mi dovrò accontentare dei racconti dei miei amici.

Il mese non è andato male.
Nonostante il gran caldo, non l’ho sofferto per niente.
La notte ho riposato bene quasi tutte le notti e già di per se, questo, è un evento.
Nessun problema per andare al bagno.
Fascicolazioni presenti in tutte le gambe ma in diminuzione rispetto a luglio.

Verso fine mese ho avuto una bella paura.
Si sono rotte due centrali elettriche contemporaneamente e siamo rimasti senza corrente nel cuore della notte.
Abbiamo chiamato l’Enel che ci riferiva che il guasto era grande e che per ripararlo ci sarebbero volute almeno 10 ore.
Troppe ore! La batteria del respiratore non aveva quella durata.
A quel punto abbiamo chiamato i pompieri chiedendogli un gruppo elettrogeno.
Così abbiamo risolto.
Io un gruppo di continuità che in caso di interruzioni di corrente, mantiene il mio comunicatore acceso per 30 minuti.
Infatti si è spento ed io sono rimasto senza poter comunicare. Ma per fortuna c’era tutta la mia famiglia sveglia e accanto a me.
Insomma una notte passata in tensione!

Luka