Gli eroi dei nostri giorni. La storia di Paolo Palumbo e della sua gioia di vivere

“Sapori a Colori” il libro di Paolo Palumbo scritto in collaborazione con lo chef Luigi Pomata è un vero inno alla Vita. Non un manuale di cucina qualsiasi ma ricette pensate per restituire il piacere del cibo a chi come Paolo è colpito da SLA

Dall’Italia. Dove cercano i loro eroi, i bambini di oggi? Nelle favole di un tempo probabilmente non più. Forse nei videogiochi o forse in Tv. Ma lì, gli “eroi” fanno sempre la guerra, spesso sono malvagi, talvolta uccidono. Vogliamo chiamarli eroi? L’eroe vince sul male, è positivo e soprattutto aiutare a sognare. Ma ne esistono ancora? E dove sono?  Guardarsi intorno probabilmente potrà servire. Così come serve leggere. Perdersi tra gli scaffali di una libreria  può aiutare, perché i libri sono scrigni che custodiscono storie. E le storie più affascinanti spesso si incontrano proprio avventurandosi tra le pagine dei libri. Così, anche noi, alla ricerca di storie belle, abbiamo scoperto in un libro di ricette, un libro davvero speciale, un meraviglioso eroe dei nostri giorni: Paolo Palumbo. Ma chi è Paolo?

Nell’era di Masterchef e dei contest di cucina in onda ogni giorno e su tutte le reti Tv, è facile intuire come fare il cuoco e sapersi destreggiare tra i fornelli, sia l’ambizione di tantissimi giovani. Giovani come Paolo Palumbo, un ragazzo di 19 anni di Oristano. Paolo è straordinario, la sua vita è straordinaria, il messaggio che ci passa è straordinario. Per un unico ma reale motivo. Perché Paolo possiede un’energia non comune capace di trasformare una storia che appartiene anche ad altri, in una favola vera.

Paolo combatte contro una forma molto aggressiva di Sclerosi Laterale Amiotrofica e, con i suoi 19 anni, è la persona più giovane colpita da SLA.

La SLA è una patologia con la quale Paolo deve confrontarsi ma non una malattia che ha vinto sulla sua voglia di vivere. Paolo ha scelto di affrontare la SLA e il campo di battaglia prescelto è stato la cucina. Paolo, infatti, ha da sempre un sogno: fare lo chef. Paolo cammina a fatica, ha le braccia paralizzate e deglutisce con difficoltà. E allora ecco Rosario, fratello maggiore di Paolo che, abbandonato tutto, sceglie di realizzare questo sogno condiviso. Da quel momento le braccia di Paolo, in cucina, sono quelle di questo fratello eccezionale.

La passione di Paolo per questo mondo non si ferma. Vuole fare di più e lo vuole fare per chi ha la sua stessa malattia. Paolo sa che fra le tante cose che la SLA toglie, una è il gusto.

La Sclerosi Laterale Amiotrofica paralizza i muscoli ma non inibisce le papille gustative. Serviva, dunque, un’idea geniale che consentisse a chi è colpito da SLA di continuare a sentire i sapori. Quest’idea non poteva che venire che a Paolo che decide di studiare la cucina molecolare. I suoi studi portano lui e la sua squadra a traguardi stupefacenti. Risultati che hanno consentito di mettere a punto un meccanismo che permetterà alle persone colpite da SLA di assaporare ancora il cibo.

Paolo vuole anche realizzare dei piatti per tutti coloro che non possono nutrirsi in modo naturale, che devono ricorrere a cibi frullati o all’uso di un sondino e che a causa delle malattie perdono l’abitudine al piacere del cibo e della tavola.

È nato così, come inno all’amore per la cucina e per la vita, “Sapori a colori” il libro di Paolo Palumbo scritto in collaborazione con lo chef internazionale Luigi Pomata che ha accettato con entusiasmo di affiancare Paolo in questa straordinaria avventura. Le ricette comprese nel volume sono state ideate per dare nuovamente “sapore” ai cibi che i malati di SLA, e non solo, devono ingerire attraverso il pet, una particolare sonda che si inserisce nello stomaco di chi non può più nutrirsi autonomamente. Le pietanze proposte nascono da ingredienti semplici, ma sono rese magiche dalla fantasia.

Proprio come accade nelle favole più belle. E questa è la tua, Paolo, eroe dei giorni nostri.

di Tiziana Protopapa

Fonte: http://www.leccenews24.it/…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *