Settembre 2016

Potrei parlare di come ho trascorso il mese dal punto di vista fisico e mentale, ma non avrebbe senso.

Il 6 settembre un mio caro Amico, Salvatore Usala, è volato in cielo, dopo anni di lotta contro la sla.
Lui per me non era solo un compagno di sventura, ma un Amico, un fratello e un punto di riferimento.
E se i malati gravi hanno ottenuto qualcosa dal punto di vista economico, è solo per merito suo e della sua associazione, il Comitato 16 Novembre.

Sapete, ci sono alcuni malati che per il loro modo di affrontare la malattia, mi sembrano invincibili.
Ecco, lui nel mio immaginario era invincibile!
Ma la sla non fa sconti a nessuno, nemmeno a chi tenacemente si aggrappa alla vita con tutte le sue forze.
La sua scomparsa ha lasciato in me un profondo vuoto.
E dal punto di vista mentale ho accusato…
Per diversi giorni le forze mi hanno abbandonato.
Non avevo voglia di fare niente perché ogni cosa che provavo a fare, mi sembrava priva di senso.
Mi ci è voluto un po’ per ritornare ai miei ritmi abituali.
Non ci sei più su questa terra, ma sarai sempre nel mio cuore.

Luka

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *