La mia estate nel letto.

L’estate è finita!

Non la ricorderò certo per i tuffi al mare.
Non la ricorderò certo per la mia perfetta abbronzatura.
Non la ricorderò certo per le mangiate di pesce e carne.
Non la ricorderò certo per i balli scatenati.

Da tanto tempo tutto questo non c’è più.
Da troppo tempo…

Da questo punto di vista la mia vita è un calvario.

È come essere uno spaventapasseri…
Ci sei, ma non puoi fare niente.
È come essere un calciatore perennemente infortunato…
Puoi solo guardare le partite che i tuoi compagni giocano.

L’estate è finita!

Non la ricorderò certo per qualche bella vacanza.

Da tanto tempo la parola “vacanza” non c’è più nel mio personale vocabolario.
Da troppo tempo…

Mi aggrappo ai ricordo delle estati in cui stavo bene…
Posso sentire le mie risate nelle serate con gli amici.
Posso sentire il gusto di prelibatezze tipicamente estive.
Posso sentire il calore del sole e il brivido freddo di quando entro nell’acqua.
Posso sentire il sudore che avvolge il mio corpo.

Tramite i miei ricordi posso sentire tante cose…
Ma non è la stessa cosa!

So di essere malato e so quello che posso e non posso fare, ma ci sono dei momenti in cui la percezione di essere malato, è assoluta.
Uno di questi momenti è quando i miei amici mi vengono a salutare prima di partire per una vacanza.
Non so descrivervi esattamente le sensazioni che provo, ma un immenso dolore si impadronisce del mio corpo.
La mia vacanza, la trascorro nel mio letto!
L’estate, la trascorro nel mio letto!
La mia vita, la trascorro nel mio letto!
Da tanto…Da troppo tempo…

Forse un giorno smetterò di lottare…
Ma non è questo il giorno!
Forse un giorno smetterò di sognare…
Ma non è questo il giorno!
Forse un giorno smetterò di sperare…
Ma non è questo il giorno!

ESTATE: aspettamiiiiiiiiiiiiiii!

Luka

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *